La pesca a mosca in provincia di viterbo

Skues -2022-02

Il chalk-stream, la culla della pesca a ninfa.

E’ noto a tutti il “decalogo” del pescatore a mosca secca di Halford, che tanto scalpore fece e tutt’ora fa in certi ambienti. Pochi punti nei quali si concentra il succo dello spirito halfordiano, spirito spesso criticato ma non sempre rispondente alla verità. Abbiamo già visto infatti in altre occasioni quanto alcuni suoi atteggiamenti o idee non ci siano arrivate complete o corrette. Un’ortodossia di pensiero che presenta alcune crepe e che rende l’uomo Halford ben più umano di quanto ci sia stato tramandato.

Non tutti sanno, forse, che anche Skues redasse un documento simile a quello di Halford, se non nella forma almeno nei toni e che rintuzzava punto per punto le “accuse” mosse nei confronti della sua tecnica di pesca.

La lotta fra Halford e Skues, prima suo seguace e successivamente antagonista, si fece infatti con il tempo piuttosto feroce fino a sfociare nel “Dibattito sulla pesca a ninfa nei Chalk Stream” riportato, a firma dello stesso Skues, nel Journal of the Flyfisher’s Club – Vol XXVI. N. 104 (Inverno 1937-8) – HALFORD E LA NINFA, di cui segue un estratto:

****

“Quanto segue è destinato ad essere considerato blasfemo …omissis… ed è stato redatto con lo scopo di fornire ai membri del club materiale da prendere in considerazione e su cui pensare in previsione del dibattito previsto per il prossimo Febbraio su “La pesca a ninfa nei chalk-stream”.

Per prima cosa affermo che, senza Halford, non sarebbe esistita la concezione di purismo nella pesca a mosca secca.

…omissis…

Con questo, non intendo dire che gli insegnamenti di Halford non abbiano motivo d’essere. Quello che ci ha trasmesso sulla pesca con la mosca galleggiante in presenza di trote intente a cibarsi di mosche naturali che galleggiano sulla superficie del fiume ha un senso ed è stato un gran lavoro. Quello che non ha senso è quanto da egli affermato in merito alla pesca con mosche sommerse e ninfe in presenza di trote intente  a cibarsi di insetti sotto la superficie.

…omissis…

MALINTESO – I – Egli sostiene che non si possa presentare una mosca sommersa o ninfa ad un pesce in attività così come invece avviene con la mosca secca. Sostiene anche che se quel pesce si sta cibando sotto la superficie è probabile che prenderà un ninfa ma non è altrettanto probabile che prenderà un secca. SI SBAGLIAVA

ERRATA OSSERVAZIONE – II – Egli riteneva che pescare a sommersa nei chalk stream equivalesse a “pescare l’acqua”, facendo dragare la o le mosche. SI SBAGLIAVA

MALINTESO – III – Egli pensava che con la sommersa o la ninfa (1) si prendessero spesso pesci sotto misura; (2) che venissero solo punti o si spaventassero. SI SBAGLIAVA

ERRATA OSSERVAZIONE – IV – Egli pensava che le ninfe non potessero essere imitate con profitto poiché non è possibile riprodurne i movimenti durante la schiusa. SI SBAGLIAVA: la ninfa matura che si porta in superficie per schiudere è praticamente inerte

ERRATA OSSERVAZIONE – V – Non si rendeva conto che il pesce che si sta cibando sotto i banchi d’erba od altrove vicino alla superficie di solito prende ninfe mature inerti. SI SBAGLIAVA

MALINTESO – VI – Non credeva che questi pesci potessero essere ingannati con la sommersa o la ninfa senza frustare un grande porzione del fiume, senza disturbare altri pescatori e senza spaventare i pesci. SI SBAGLIAVA

ERRPRE – VII – Pensava che mentre con la mosca secca si possono  prendere pesci in tempo stabile ed acqua limpida, con la sommersa non fosse possibile (salvo casi eccezionali). SI SBAGLIAVA

ERRORE – VIII – Pensava che con la ninfa o la sommersa si potessero catturare solo pesci piccoli. SI SBAGLIAVA

IX  – Se avesse avuto ragione, non sarebbe stato etico pescare a sommersa nei chalk stream ma… SI SBAGLIAVA e ciascun errore o malinteso era figlio di quello precedente.

Io affermo che si sbagliava perché:

  1. Per oltre un quarto di secolo ho catturato pesci in attività sotto la superficie con la sommersa e
  2. Per altrettanti li ho catturati con la ninfa
  3. Le mie trote sull’Itchen ninfano per ore
  4. Prendono una imitazione di ninfa corretta
  5. Con acqua chiara e tempo stabile
  6. Spesso non percorro più di cento metri durante il periodo di attività dei pesci
  7. Le trote prese a ninfa sono spesso ferrate saldamente
  8. La maggior parte dei pesci più grossi che ho catturato ha ceduto ad una ninfa od una sommersa

Sostengo che la pesca a ninfa nei chalk stream:

  1. non interferisca con la mosca secca durante i periodi favorevoli ad essa
  2. permetta al pescatore di prendere i pesci in attività quando si stanno cibando di ninfe e disdegnano l’insetto maturo e pertanto la pesca a secca non solo è inappropriata ma anche sbagliata. Sottolineo dunque che
  3. offre maggiori opportunità al pescatore nei chalk stream
  4. stiamo parlando di un’arte difficile e delicata che vale la pena di studiare e mettere in pratica.

Cosa rispondete, ora?

****

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *