La pesca a mosca in provincia di viterbo

Alexandra e March Brown: due mosche sommerse storiche:

Oggi parliamo di mosche sommerse storiche e continuiamo con la descrizione dei modelli più conosciuti e con i relativi dressing. Oggi parliamo di due  mosche sommerse, artificiali che “pescano” sotto il pelo dell’acqua e che tendono ad imitare sia gli insetti non completamente ancora schiusi o allo stadio larvale sia pesciolini.

Sono modelli di provata efficacia anche se originali (come tutti i modelli “antichi”) dal Regno Unito e quindi studiati per quelle loro acque particolari. 

In Italia si sono perfettamente adattate, nel senso che rendono moltissimo sia sui torrenti di alta valle sia sui fiumi e nelle nostre rogge.

Alexandra

Alexandra

Un vero e proprio modello d’attrazione a cui è stato dato il nome della regina Alessandra quando ancora era una principessa. In origine era conosciuta come la “Signora del Lago”, rievocando le leggende arturiane. Agli inizi era considerata troppo efficace e venne addirittura vietata in alcune acque. Oggi, sebbene usata anche da alcuni pescatori di lago, è considerata una mosca per trote di mare, ma rende altrettanto bene bei torrenti e nei fiumi del piano.

  • Amo: 8-12
  • Filo di montaggio: nero
  • Coda: sostituto di ibis rosso con due o tre fibre di “spada” di coda di pavone
  • Corpo: tinsel piatto argento, inanellato con tinsel argento ovale.
  • Collarino; piuma di gallo o di gallina nera
  • Ali: Fibre verdi di “spada” di pavone insieme a sezioni di piuma di sostituto di ibis rosso (cigno rosso scarlatto).

March Brown

March Brown sommersa

L’insetto naturale (Rithrogena haarupi) è presente in ben determinate zone e su ben pochi fiumi. Tuttavia la sua imitazione è utilizzata in ogni parte delle Isole Britranniche ed anche in Italia.

Molte zone inglesi hanno un loro modello particolare: Red-legged March Brown, Claret March Brown, Purple March Brown, tanto per fare il nome di qualche variante. Questa mosca è un insetto presente nei fiumi selvaggi e montani e certamente non nei calmi chalk-stream, sebbene sia presente anche in Normandia. Nel Treatyse della badessa Barners la March Brown viene data come prima in una lista di 12 modelli. Nella sezione riservata alle mosche da trote troviamo la Silver March Brown.

  • Amo: 8-14
  • Filo di montaggio: nero o marrone
  • Coda: fibre di piuma di coda di pernice
  • Corpo: pelo di orecchio e di corpo di lepre mischiato. Inanellato con tondino dorato
  • Collarino: piuma di pernice marrone
  • Ali: sezione di piuma di ali di fagiano femmina. 

Questo articolo fa parte di collaborazioni con testate giornalistiche che risalgono a molti anni fa, quando l’autore faceva parte del Fish & Flies di Crema. Riteniamo che, sebbene datati, possano avere ancora qualche interesse, soprattutto per i più giovani. Ovviamente, vanno contestualizzati sia nel tempo sia nei luoghi.

OV

(Per chi comincia/Costruzione/Mosca Sommersa)

Da “La Voce” di Crema – 25-07-03

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.