La pesca a mosca in provincia di viterbo

La Red Tag: costruiamola insieme

Sebbene sia soprattutto una mosca da temolo, la Red Tag è molto efficace per le trote. E’ originaria del Worcestershire e venne inventata intorno al 1850 probabilmente da tale Flynn, un pescatore del Teme, fiume che nasce nel Mid Wales, a sud di Newtown, e scorre a sud-est formando il confine tra Inghilterra e Galles per diverse miglia attraverso Knighton prima di diventare completamente inglese. 

Red Tag è il suo nome attuale: il suo ideatore, infatti, la battezzò Worcester Gem. Nel 1878 un pescatore del Worcerster, forse lo stesso creatore, ne diede un esemplare a F. M. Walbran che la introdusse sui fiumi dello Yorkshire ed ebbe un immediato successo diventando la favorita fra i pescatori di temoli.

La prima volta che Walbran la provò sullo Yore, catturò non meno di 25 temoli. Fu forse lui a darle il nome attuale.

Può essere usata sia secca sia sommersa ma molto più spesso è usata sommersa. In questo caso di preferisce utilizzare una hackle di gallina invece che di gallo.  Se al posto dell’ibis si utilizza il corvo indiano, diventa la Orange Tag.

Questo è il dressing:

 

Red Tag

Amo:              14-16-18
Filo:               nero
Corpo:           herl di pavone verde brillante 
Coda/Tag:    lana rossa o fibra fibre di piuma di ibis
Hackle:         gallo marrone

Nota: A volte viene aggiunto un paio di giri di tinsel dorato o argento sotto la coda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.